• Home
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Presto i droni potranno volare in sicurezza

Rate this item
(0 votes)
Ultra-low C-swap X-band antenna subsystem Ultra-low C-swap X-band antenna subsystem

I droni sono sempre più regolamentati: aree interdette al volo, patenti di pilotaggio, norme restrittive. In effetti i droni per usi civili possono essere pericolosi non solo per le persone ma anche per altri elementi che si elevano dal suolo o che volano a loro volta.

Le stesse agenzie governative che regolamento il volo di apparecchi, auspicano lo sviluppo di tecnologie che consentano ai veicoli senza pilota di rilevare ed evitare altri veicoli in volo o di ostacoli al volo. Ovviamente non stiamo parlando di droni militari che già di per se hanno costi elevati e tecnologie d'avanguardia, ma di droni ad uso civile e professionale che ormai si trovano sul mercato a costi contenuti.

I tecnologi in effetti ci stanno già pensando grazie anche agli studi per le auto senza conducente che  molte case automobilistiche stanno già sperimentando. Ci sono infatti aziende che si stanno muovendo in tal senso, come ad esempio la startup Echodyne che ha progettato e realizzato un strumento, grande 22 x 7.5 x 2.5 centimetri del peso di 820 grammi, basato su tecnologia radar e denominato Metamaterial Electronically Scanning Array (MESA), in grado di individuare e seguire altri veicoli in volo ad una distanza massima di 500 metri. Il costo dovrebbe essere contenuto in qualche migliaio di euro.

A confermare l'interesse verso questa teconologia, consensi e finanziamenti al progetto stanno giungendo da  Bill Gates, Madrona Venture Group, Vulcan Capital, Lux Capital, e Kresge Foundation.

URL breve di questa notizia: http://goo.gl/eLzcmf

Last modified on Friday, 06 May 2016 05:59
Login to post comments