Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Progettare (male) le città costa troppo: la soluzione è l’integrazione GIS & BIM

Rate this item
(0 votes)

Secondo recenti studi, nel campo delle costruzioni i danni economici dovuti alla errata progettazione impattano fortemente sui costi iniziali. Ma la cosa che colpisce, è che spesso si tratta di errori non di carattere prettamente tecnico, ma dovuti a successivi cambiamenti del design di progetto, alla comunicazione inefficace e allo scarso coordinamento.

E uno dei fattori che più di frequente è stato riscontrato, è la mancanza di un contesto che sia in grado di mostrare come un nuovo edificio può impattare sull’ambiente e sulle strutture circostanti (e viceversa…).

I progettisti hanno a lungo cercato strumenti per poter visualizzare prima di passare alla fase di costruzione. In alcune città, per esempio, sono stati creati modelli in scala fisica che mostrano tutti gli edifici entro i limiti della città. Ma questi modelli non rivelano i servizi sotterranei o gli spazi interni di un edificio, e non possono essere aggiornati rapidamente quando le condizioni cambiano e gli edifici aumentano o diminuiscono.

Invece, attraverso l’integrazione GIS & BIM di Esri Italia, la singola infrastruttura viene immersa nel contesto ambientale che la circonda, con la possibilità di controllare e pianificare il territorio avendo una consapevolezza totale.

Il GIS, infatti, aiuta le parti interessate a vedere il progetto modellato considerando l’ambiente circostante, comprese le reti sotterranee. Il BIM fornisce una vista 3D dettagliata della struttura in costruzione.

Attualmente, quindi, è finalmente possibile vedere un progetto da qualsiasi angolazione e all'interno dell'ambiente in cui risiederà, ma anche il contesto interno ed esterno degli edifici durante la fase di ideazione. Inoltre, la prospettiva dall’alto aiuta i progettisti a valutare se gli edifici sono situati in modo appropriato all'interno della città.

 

URL breve di questo articolo: http://bit.ly/2I5FiMo

Login to post comments