Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Digitalizzazione delle imprese: Italferr ottiene la certificazione BIM

Rate this item
(0 votes)

Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, dedicata alla realizzazione di infrastrutture per il settore ferroviario, il trasporto metropolitano e stradale, i porti e le stazioni, è la prima Società di ingegneria italiana a conseguire la certificazione BIM per le attività di progettazione, procurement e direzione lavori.

Questa certificazione pone l'azienda in una posizione importante nella applicazione del Decreto n. 560/2017, cosiddetto Decreto BIM. Con l’entrata in vigore del decreto, infatti, scatterà dal 2019 l’obbligo per le stazioni appaltanti di prevedere l’utilizzo del Building Information Modeling per tutti i lavori di importo superiore a cento milioni. Progressivamente poi, fino al 2025, l’obbligo verrà esteso agli appalti di scaglioni di importo inferiori fino a introdurre tale modalità in tutto il sistema dei lavori pubblici.

Il decreto prevede per le stazioni appaltanti e per le amministrazioni concedenti l'obbligo dell'adozione del sistema BIM un atto organizzativo che espliciti il processo di controllo e gestione, i gestori dei dati e la gestione dei conflitti. Tradotto in pratica l'atto organizzativo corrisponde ad un Sistema BIM basato sulla norma ISO 9001 che comprende la gestione dei processi e dei procedimenti digitalizzati, una organizzazione BIM oriented e  la strutturazione di quadri contrattuali idonei, di tipo collaborativo utili per gestire la fase di costruzione.

In occasione dell’Audit è stata esaminata l’applicazione del BIM sul progetto definitivo della “Apice – Hirpinia” che prevede il raddoppio ferroviario della trappa Apice - Orsara dell'itinerario  Napoli - Bari.

Fonte Italferr

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/uywYTx

Login to post comments