• Home
  • Tecnologie per il territorio
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Tecnologie per il territorio (110)

Sistemi Informativi, GIS, BIM, localizzazione, fotogrammetria, rilievo, laser, lidar, droni

Nel 1994, quattro giovani professionisti credettero nelle potenzialità dell'osservazione della Terra e dell'informazione geospaziale e crearono Planetek Italia, stabilendo le proprie attività in Puglia nella città di Bari.

Wiliot, un’azienda israeliana che ha ottenuto finanziamenti da parte di Amazon, Samsung e altri partner sta mettendo a punto un piccolo chip bluetooth in grado di funzionare senza batterie, assorbendo energia dalle onde elettromagnetiche circostanti.

Gli esperti di Lux Research hanno selezionato le tecnologie che sembrano avere il maggior successo per le applicazioni future. Hanno sintetizzato in un rapporto che identifica e classifica 19 tecnologie che rimodelleranno il mondo nel prossimo decennio. 

Il Master Universitario si propone di formare una nuova classe di specialisti che, pur muovendo dal proprio ambito disciplinare e settoriale di formazione, siano in grado di progettare processi e sistemi di conoscenza basati su SAPR idonei a corrispondere ai processi operativi di riferimento. 

Firmato a Genova il Protocollo di intesa tra gli Enti locali liguri e Leonardo finalizzato allo sviluppo di progetti e dimostratori tecnologici per la prevenzione, la salvaguardia e la sicurezza dell’ecosistema territoriale della regione.

La Regione Lazio tramite Lazio Innova, l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) lanciano la Call ESABIC Lazio (ESA Business Incubation Centre Lazio). L’obiettivo è  sostenere  l’avvio di imprese che intendono applicare conoscenze e tecnologie di derivazione spaziale in altri settori di attività.

Droni e robot per esplorare le profondità marine

Written by Monday, 15 October 2018 17:23

Una flotta di droni subacquei si prepara ad esplorare le profondità di mari ed oceani. Si moltiplicano in Italia e nel mondo, infatti, i progetti per la costruzione di sofisticati robot marini, in grado di raggiungere fondali inesplorati e di documentare con telecamere e sensori l’ambiente sommerso, come anche relitti affondati o testimonianze di antiche civiltà.

In Italia abbiamo più di un milione e mezzo di ponti, ma non abbiamo un sistema informativo che ci consenta di conoscere la tipologia, l'età, gli interventi di manutenzione già realizzati, ma soprattutto lo stato di salute il monitoraggio dell'opera.

Sono numerosi gli aggiornamenti usciti questa estate relativi ad ArcGIS Online, la piattaforma GIS più completa basata sul cloud, per gestire la città ed il territorio.

A pochi giorni dal crollo del ponte Morandi tutti ci chiediamo come era monitorata questa importantissima infrastruttura autostradale. Oggi sono disponibili molte tecnologie che consentono un monitoraggio continuo e sistematico delle infrastrutture, eppure forse vengono scarsamente applicate.