Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Approvate dal Parlamento europeo le norme per la sicurezza dei droni

Rate this item
(0 votes)

I membri del Parlamento europeo hanno approvato un accordo per i droni e gli operatori dei droni sui principi per garantire un livello comune europeo di sicurezza. Attualmente la maggior parte dei droni è soggetta a normative nazionali diverse, che possono ostacolare lo sviluppo del mercato.

Secondo le nuove regole, i droni dovrebbero essere progettati in modo da poter essere utilizzati senza mettere a rischio le persone. In base al rischio correlato, ad esempio, al peso del drone o all'area operativa, il drone avrebbe bisogno di funzionalità aggiuntive, come l'atterraggio automatico nel caso in cui l'operatore perdesse il contatto con il drone o i sistemi di prevenzione delle collisioni.

Gli operatori di droni devono essere consapevoli di tutte le regole che si applicano e devono essere in grado di gestire un drone in sicurezza, senza mettere a rischio le persone o altri utenti dello spazio aereo. Ciò significa che alcuni operatori di droni sarebbero tenuti a seguire la formazione prima di poter pilotare un drone.

Per aiutare a identificare gli operatori dei droni in caso di incidente, gli operatori di droni dovrebbero essere iscritti nei registri nazionali e i loro droni contrassegnati per l'identificazione. Questo non si applicherebbe agli operatori dei droni piccoli.

Sulla base dei principi chiave, la Commissione Europea ha il compito di sviluppare regole più dettagliate a livello europeo, come i limiti massimi di altitudine e di distanza per il volo dei droni, e quali droni dovrebbero essere certificati in base al rischio che rappresentano. 

Le regole determinerebbero anche quali operatori necessitano di una formazione aggiuntiva prima di essere registrati e quali droni avrebbero bisogno di avere caratteristiche di sicurezza aggiuntive.

L'accordo provvisorio è stato approvato con 558 voti favorevoli, 71 contrari e 48 astensioni. Le regole ora devono essere approvate dai ministri dell'UE.

La tecnologia dei droni civili potrebbe rappresentare circa il 10% del mercato dell'aviazione dell'UE nei prossimi 10 anni (circa 15 miliardi di euro l'anno). Secondo la Commissione, l'industria dei droni potrebbe creare circa 150.000 posti di lavoro nell'UE entro il 2050.

Fonte http://www.europarl.europa.eu

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/yoGE7J

Login to post comments