Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Tecnologie avanzate per studiare le barriere dei fiumi

Rate this item
(0 votes)

La maggioranza dei fiumi europei sono frammentati a causa della presenza di dighe, serbatori e sbarramenti che ostacolano il normale flusso della corrente. Queste barriere causano la frammentazione degli habitat fluviali. Il progetto Amber (Adaptive Management of Barriers in European Rivers) finanziato dal programma Horizon 2020, mira a migliorare la connettività nei sistemi fluviali in Europa.

Al progetto partecipano 20 istituzioni provenienti da 11 Paesi, fra cui il Politecnico di Milano.

Tra gli obiettivi del progetto c’è la prima valutazione sullo stato della connettività fluviale a scala Europea. 

Strumenti quali eDNA verranno utilizzati per identificare aree dove attuare politiche di conservazione e di gestione sostenibile degli sbarramenti al fine di portare l’Europa verso una migliore gestione del capitale naturale generato dai suoi fiumi. Verranno utilizzati droni, App per smartphone (per segnalare barriere fluviali) e sistemi informativi a riferimento geografico (atlante delle barriere).

 

Ulteriore informazioni sul sito del progetto: http://www.amber.international/

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/ocFfNj

Login to post comments