Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Il sistema Galileo entra nella fase di gestione sperimentale dei servizi

Rate this item
(0 votes)

Con l’assegnazione della gara da parte della European GNSS Agency da oggi inizia ufficialmente la sperimentazione del servizio.

Una buona giornata per le aziende a partecipazione italiana: Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), ha firmato due contratti, per un valore di circa 180 milioni di euro, uno con l’Agenzia Spaziale Europa (ESA) e uno con l’Agenzia Europea GNSS (GSA), rispettivamente per le attività ingegneristiche per lo sviluppo del Sistema Galileo e per lo sviluppo e validazione dei Servizi della fase Operativa di Galileo (Exploitation Phase)..

Il primo contratto vedrà Spaceopal responsabile per 10 anni, in qualità di “Galileo System Operator”, della gestione dell’intero sistema Galileo e delle sue prestazioni, in particolare per quanto riguarda operazioni, controllo e manutenzione del sistema, sicurezza e gestione del servizio. Un ruolo centrale nello svolgimento di tali attività avrà il Centro Spaziale “Piero Fanti” di Telespazio al Fucino. Telespazio è inoltre impegnata nella realizzazione di una vasta gamma di applicazioni basate su Galileo e su EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay Service) in settori come l’aviazione civile, il trasporto ferroviario, il monitoraggio delle merci pericolose, il controllo di velivoli senza pilota.

I contratti firmati da Thales  fanno seguito alla decisone della Commissione Europea di affidare all’azienda franco-italiana  le attività di Ingegneria di Sistema del Programma Galileo per il periodo dal 2017 al 2020.

Il contratto per l’Ingegneria di Sistema per la fase Operativa è uno dei contratti attraverso i quali l’infrastruttura di Galileo sarà definita per renderlo pienamente operativo alla fine del 2020 e per fornire il Servizio Iniziale già dal 2017. Con questo contratto Thales Alenia Space, completerà tutto il Sistema di Progettazione, il Sistema di Sicurezza, di Integrazione, di Verifica e Validazione in Orbita in supporto ad ESA ad al tempo stesso supporterà la GSA nella validazione e fornitura del servizio iniziale a partire dal 2017.

Fonte ASI

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/qrnseZ

 

Last modified on Monday, 19 December 2016 07:02
Login to post comments