Italian English French German Portuguese Russian Spanish

L'Istat rilascia i confini delle unità amministrative a fini statistici al 1 gennaio 2018

Rate this item
(0 votes)

In seguito all'attività di aggiornamento e revisione delle Basi Territoriali per i censimenti generali del 2011 e delle variazioni territoriali intercensuarie, l'Istat il 28 febbraio scorso ha rilasciato i confini amministrativi aggiornati al 1 gennaio 2018, in versione generalizzata e in quella più dettagliata.

I confini delle unità amministrative a fini statistici sono costituiti da quattro livelli gerarchici (ripartizioni geografiche, regioni, province e comuni) a copertura nazionale, cui si aggiungono negli anni censuari anche le aree speciali (zone in contestazione e isole amministrative).

Il formato dei dati è shapefile nel sistema di riferimento WGS84; il dettaglio tecnico della proiezione è riportato nel file apposito (formato prj), associato a ciascun file geografico. La scala non è certificabile uniformemente dall'Istat, poichè le basi di acquisizione utilizzate (principalmente foto aeree ed altra cartografia) provengono da fonti e scale differenti, che variano tra ambito urbano ed ambito extraurbano.

Scarica i dati gratuitamente dal sito dell'Istat. Sono open data con licenza Creative commons Attribuzione (CC-BY). Sono disponibili i limiti amministrati del 1991 e poi dal 2001 per tutti gli anni fino all'anno corrente.

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/4bccnC

 

Login to post comments