Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Tre comuni della Puglia diventano smart con d-syscom la piattaforma per l’innovazione tecnologica

Rate this item
(0 votes)

Tre Comuni pugliesi, Nardò  in provincia di Lecce, Conversano e Noci in provincia di Bari, avviano un importante processo di innovazione tecnologica grazie all'implementazione di sistema di aggregazione e fruizione intelligente di dati.

Nasce così la piattaforma D-SysCom - Data System Platform for Smart Communities - per incrementare l’efficienza e l’intelligenza partecipata del territorio e supportare le pubbliche amministrazioni nelle attività di gestione, pianificazione, progettazione e informazione ai cittadini, abbattendo il digital divide e favorendo il digital includ. 

La piattaforma consentirà di integrare e aggregare in modo opportuno dati già in possesso delle pubbliche amministrazioni, dati provenienti da reti di sensori appositamente distribuite sul territorio, social media, open data e dati in arrivo dagli stessi cittadini.

Il progetto declina i paradigmi “Smart Building” (gestione intelligente del patrimonio immobiliare pubblico, efficienza energetica, sostenibilità ambientale), “Smart Social” (efficientamento dei servizi socio-assistenziali) e Smart City (nell’accezione di ottimizzazione e innovazione dei servizi pubblici comunali) attraverso la realizzazione di idonee applicazioni “verticali” e app in grado di rispondere e soddisfare concretamente i bisogni degli utenti (enti, cittadini, turisti, imprese ecc.).

D-SysCom  è un progetto co-finanziato dalla Regione Puglia, attraverso l’avviso pubblico “Innolabs”, ed è realizzato da un raggruppamento interamente pugliese composto da: SIT – Servizi di Informazione Territoriale srl con sede in Noci azienda capofila, Aliser srl con sede in Bari, Eulogic srl con sede in Bari, Geatecno srl con sede in Modugno, Logos Fts – Formazione Turismo Sviluppo con sede in Castellana Grotte e dal Laboratorio interdisciplinare di Progettazione e Gestione Integrata di Impianti Industriali – Sezione di Fisica Tecnica dell’Università del Salento e dal Centro Nuove Tecnologie per l’Handicap e l’Integrazione del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento.

 

URL breve di questo articolo: https://goo.gl/u6TfsG

Login to post comments